Comprare Bitcoin online: come?

Il Bitcoin è forse lo strumento finanziario che più di tutti è stato chiaccherato negli ultimi anni. Chi non si ricorda la sua ascesa, cominciata nel 2015, e culminata con un rialzo che vide i prezzi schizzare dalle quotazioni centesimali del 2011 ai circa 19,800 dollari che venivano scambiati con un singolo Bitcoin al massimo della quotazione? Ebbene, è passato un po’ di tempo da quando la parola Bitcoin era parte fissa del vocabolario quotidiano di qualsiasi persona, fosse essa un addetto ai lavori o meno, ma il calo delle quotazioni è coinciso un calo d’interesse che ha ricalcato la discesa del prezzo solo parzialmente. Quell’esplosione del prezzo puntò i riflettori su una categoria di strumenti all’epoca molto conosciuta, ignorata dai più: le criptovalute.

Conoscete il sito Em Artess?

Usi ed abusi

Oggi, sebbene l’hype sia scemato, sono in moltissimi a tradare con i Bitoin. Ed al di là delle speculazioni, l’acquisto e la vendita online tramite questa valuta è diventata piuttosto popolare. Negli ultimi anni infatti, la privacy degli utenti online ha subito un duro colpo, e per arginare questo triste trend, che non sembra destinato a restituire nulla all’anonimato delle persone su internet, sono nati diversi strumenti. Non solo VPN, ma anche Cryptovalute, largamente usate nel deep web. Ora, come breve disclaimer ci teniamo a precisare che questa guida non vuole in alcun modo incentivare i nostri lettori a cimentarsi in attività illegali, ma vuole essere una brevissima disamina di alcune opzioni percorribili per l’acquisto -ed eventualmente per la vendita- di Bitcoin. Insomma: stay legal!

Local Bitcoin

Comprare Bitcoin sotto casa. Sarebbe bello, vero? Probabilmente sì. Ebbene, forse non sarà possibile trovare molti Bitcoin nella vostra piazza di paese, ma esiste almeno un sito compatibile con una dinamica simile. Il suo nome è Local Bitcoin, ed è un punto di ritrovo online dove venditori di Bitcoin da ogni parte del mondo si mettono in contatto con clienti interessati a comprare la stessa Cryptovaluta. La registrazione è piuttosto semplice, sebbene richieda che siano caricati dei documenti personali. Una volta iscritti, avrete accesso alla lunga lista di venditori disponibili. Potrete subito notare che non tutti godono della stessa reputazione. E, ovviamente, non tutti offrono lo stesso prezzo. Migliore la reputazione, più alto il costo dei Bitcoin. Il perché appare ovvio. Cercando tutti sicurezza, i venditori più affidabili sono ricercati maggiormente. Aumentando la domanda, aumenta anche il prezzo richiesto.

Kraken

Sono moltissimi i broker nati negli ultimi 5 anni che si sono dedicati solamente al trading di Cryptovalute. Kraken è uno di questi. C’è un motivo se abbiamo scelto di parlarvi di questo piuttosto che degli altri disponibili: Kraken non è mai stato Hackerato. Sebbene non sia l’unico a non essere mai stato violato, questo intermediario è anche uno dei maggiori in circolazione. E’ una caratteristica da tenere sicuramente in considerazione, considerato il fatto che altri intermediari, come ad esempio Binance, che nel 2016 venne attaccato e derubato di circa 40 milioni di dollari in Bitcoin. Insomma, questi due siti sono fra i più affidabili per la compravendita di Bitcoin.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *