Login
Main menu

'Oggi quelli favorevoli e sfavorevoli all'ambiente risultano equivalenti'

Per ridurre le emissioni inquinanti, la mobilità "è un tema centrale", anche nell'azione del Governo per raggiungere gli obiettivi di sviluppo sostenibili al 2030 e al 2050. Lo ha sottolineato Raffaele Tiscar, Capo di Gabinetto del ministero dell'ambiente, durante e_mob, la conferenza nazionale della mobilità elettrica cominciata oggi a Milano e che durerà fino a sabato. "Il nostro destino - ha detto Tiscar- è legato alla riduzione di anidride carbonica nell'atmosfera". Quello che si può iniziare a fare in Italia e che "ogni Governo, di qualsiasi colore politico" dovrà fare sarà "mettere ordine ai sussidi favorevoli e sfavorevoli all'ambiente, che oggi risultano equivalenti". Dunque, "qualsiasi Governo in futuro dovrà determinare che taluni sussidi, in un arco di tempo, cessino per attuare le strategie di decarbonizzazione". Alcuni passi avanti sono stati già fatti. "Per la prima volta - sottolinea Tiscar - sono stati censiti tutti i sussidi sia quelli ambientalmente dannosi sia quelli favorevoli e già questo è un patrimonio di conoscenze che non c'era. Il secondo obiettivo raggiunto è che prossimamente il Cipe approverà la strategia di sviluppo sostenibile che verrà presentata nel mese di giugno all'Onu direttamente dal presidente del Consiglio". A fine mese, il 30 maggio, il Governo presenterà invece la road map sulla mobilità sostenibile.

(AdnKronos)