Login
Main menu

Ambiente: Camera, ok acquacoltura in aree protette 3 mln per potenziamento zone, vigilanza resta a regioni

Niente più divieto di praticare acquacoltura nelle aree marine protette e nelle estensioni a mare dei parchi nazionali. Lo prevede un emendamento del Pd approvato dall'Aula della Camera. Un altro emendamento destina prioritariamente una quota dei proventi delle aste di Co2 di competenza del ministero dell'Ambiente, per gli anni 2018, 2019 e 2020 e fino a di 3 milioni di euro annui, per il potenziamento delle aree marine protette. Un altro emendamento della commissione approvato dall'Assemblea stabilisce che le funzioni di vigilanza all'interno delle aree protette regionali continueranno a essere esercitate dalle Regioni.

(ANSA)