Login
Main menu

Ambiente: Galletti, Italia fra i migliori d'Europa su target emissioni Surplus pari a 217 mln tonnellate Co2 equivalente

L'Italia fa la sua parte nella lotta ai cambiamenti climatici: siamo tra i piu' virtuosi d'Europa dato che l'Italia e' tra i primi Paesi europei ad aver raggiunto gia' nel 2015 tutti gli obiettivi previsti dal pacchetto Ue clima-energia al 2020: l'obiettivo sull'efficienza energetica, quello sulle energie rinnovabili e il 'target non ETS'". Lo ha detto il ministro dell'ambiente Gian Luca Galletti al Consiglio ambiente che si e' riunito a Lussemburgo. I ministri stanno discutendo la proposta detta "effort sharing", ovvero la riduzione delle emissioni dei settori non inclusi nell'Ets (come la piccola industria, i trasporti, il settore edilizio, i servizi, il settore civile). "E' anche grazie al surplus dell'Italia rispetto al target 2020, pari a 217 milioni di tonnellate di Co2 equivalente - ha detto Galletti - che altri Paesi europei potranno concorrere al raggiungimento dell'obiettivo al 2030 con target nazionali ragionevoli". AIl ministro dell'ambiente ha aggiunto che l'Italia "non mette in discussione il proprio target al 2030 e vuole preservare l'integrita' ambientale del pacchetto che e' composto da due proposte: 'effort sharing' e le emissioni del settore agricolo-forestale". Rispetto a quest'ultimo, l'Italia chiede una piena contabilizzazione di tutte le categorie, inclusa una revisione del livello di riferimento per la gestione forestale che sia basata su dati e parametri oggettivi. Da alcuni Stati membri, "vengono invece avanzate proposte di contabilizzazione poco robuste e non trasparenti che minerebbero l'integrita' e la credibilita' dell'intero settore". Secondo Galletti c'e' un margine per trovare una soluzione equilibrata ed ambiziosa. 

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus)