Login
Main menu

"Una parte di questo paesaggio - prosegue l'altro ricercatore Enea coinvolto nel progetto Simone Ciadamidaro - e' caratterizzato da risaie e da aree collinari, mentre a valle di Casale Monferrato si scopre il volto piu' naturale del Po con ampi ghiareti, isole e lanche che favoriscono la presenza di habitat di importanza comunitaria dove vivono rilevanti specie faunistiche come aironi e libellule".

"Con MaGICLandscapes - sottolinea la ricercatrice Enea Maria Rita Minciardi - intendiamo perseguire gli obiettivi della Strategia europea per la biodiversita' che punta entro il 2020 a preservare e valorizzare gli ecosistemi naturali e i servizi connessi attraverso le infrastrutture verdi e a ripristinare almeno il 15 per cento degli ecosistemi degradati attraverso la mappatura e la valutazione delle loro condizioni nei rispettivi territori nazionali". L'Enea lavorera' al fianco della Citta' Metropolitana di Torino, l'altro partner italiano del progetto che vedra' coinvolte anche varie istituzioni a cui saranno forniti gli strumenti e le conoscenze necessarie per tutelare e potenziare le infrastrutture verdi. 

(Nova)