Login
Main menu

Ambiente: prelievi Arpae, buona qualità del mare Riviera E-R Gazzolo: merito anche investimenti che Regione ha messo in campo

E' buona la qualita' del mare nella Riviera romagnola. Lo confermano i dati elaborati da Arpae (Agenzia regionale per l'Ambiente e l'energia) che il 31 luglio, a conclusione della sesta campagna di monitoraggio iniziata nel mese di maggio, ha confermato in tutti i 97 punti di rilevazione, dove e' ammessa la balneazione, il rispetto dei parametri microbiologici fissati dalla legge. Anche i due punti di "Rimini - Foce Marecchia e "Cattolica - Torrente Ventena", dove in passato si erano evidenziati superamenti dei limiti, sono pienamente rientrati nei limiti. Il campionamento della struttura Oceanografica Daphne viene fatto a distanza di almeno 50 metri - sia a nord che a sud - rispetto alle foci dei fiumi che sono porzioni della costa escluse dalla balneazione. "Il nostro mare si conferma tra i migliori - afferma l'assessore regionale all'Ambiente, Paola Gazzolo - anche grazie al grande investimento che la Regione Emilia-Romagna ha messo in campo con Atersir (Agenzia Territoriale dell'Emilia-Romagna per i servizi idrici e i rifiuti) per rendere sempre piu' efficiente il sistema di depurazione delle acque, garanzia di tutela dell'Ambiente, della salute e dello sviluppo sostenibile in una porzione di territorio dove il turismo e la pesca sono fondamentali per la vita delle comunita'". "Un impegno per il quale l'Europa ci ha promosso - sottolinea Gazzolo - Insieme a Molise e Provincia autonoma di Bolzano, siamo l'unica Regione in Italia a essere esclusa dalla procedura di infrazione sulla depurazione delle acque di scarico dei centri urbani con piu' di 2.000 abitanti equivalenti. Continueremo a investire anche con esperienze di avanguardia su scala europea, come il Piano strategico di balneazione di Rimini. Ma le verifiche non si fermano. La campagna di monitoraggio proseguira' fino al termine della stagione estiva e da quest'anno interessa quattro punti di rilevazione in piu' rispetto al passato, distribuiti da Goro a Cattolica". "Finalmente sfatiamo un mito. Il nostro mare non ha niente da invidiare a quello di mete turistiche blasonate - commenta l'assessore regionale al Turismo, Andrea Corsini - e anche i controlli piu' puntuali ci danno ragione. Quest'anno, in particolare, registriamo caratteristiche ottime sia sotto il profilo microbiologico sia per la limpidezza e la bellezza dell'acqua. Merito anche degli investimenti e della cura del nostro territorio che, da anni, sono tra le priorita' di istituzioni e imprese turistiche".

(ANSA)