Login
Main menu

"Barriere di isolamento e sette nuovi pozzi per depurare l'acqua"

La Miteni sta completando in queste ore i lavori di costruzione di un barrieramento della falda sottostante lo stabilimento di Trissino, in provincia di Vicenza, dove si ritiene che sia avvenuta la diffusione dei Pfas che hanno contaminato le acque di quattro province venete. Lo annuncia la stessa Miteni, spiegando che i lavori in via di ultimazione prevedono anche "sette nuovi pozzi di aspirazione e depurazione a profondita' variabili". A questo punto "la falda e' gia' intercettata dalle barriere per oltre il 99%", e "questi sette ulteriori pozzi hanno lo scopo di intercettare la piccola porzione di acqua rimanente e di depurarla prima delle reimmissione". Le pompe sono state messe ad ovest rispetto al punto in cui nei mesi scorsi sono stati scoperti e rimossi i rifiuti interrati negli anni Settanta, a dire dell'azienda "unica origine primaria dell'inquinamento". Grazie al completamento dell'intervento la falda ed i terreni dello stabilimento Miteni dovrebbero essere completamente isolati dall'ambiente circostante, il che evitera' rischi durante le bonifiche in corso. 

(DIRE)